Homepage
Storia Slowly
The Rtist
The Rtist | 🇮🇳 India
Scelta del redattore

Originally written in English. Translated by Puddu Luca.

Mi sono unita a Slowly perché il concept dell’app mi sembrava interessante. Ho sempre voluto fare amicizia con persone provenienti da tutto il mondo, così ho colto l’occasione!

Una delle migliori persone che ho incontrato su questa applicazione è un professore (ora in pensione) canadese. Ha 60 anni in più di me, ma nonostante questo le nostre opinioni spesso coincidono e non è difficile trovare argomenti di cui parlare. È davvero un piacere conoscere il suo punto di vista sulle cose, perché in questo modo aumento la mia conoscenza del mondo. Questo tipo di amicizia non sarebbe stata possibile in altri luoghi, se non in Slowly. È sempre stato un buon amico fin dal primo momento, e ho imparato molto da lui. Parliamo molto apertamente, non mi sento a disagio a parlare con lui di qualunque cosa semplicemente per il fatto che ha più anni di me. Non vedo l’ora di incontrarlo, come non vedo l’ora di incontrare tutti gli altri amici che ho conosciuto sull’app 🙂

Tutti sono sempre stati molto gentili e cordiali. I miei amici su Slowly mi hanno aiutata a capire come identificarmi in termini di genere e orientamento sessuale. Parliamo molto anche di filosofia e del significato della vita. Sono tutti così poetici e creativi!

È vero, le lettere impiegano del tempo ad arrivare a destinazione, ma la qualità delle conversazioni non è minimamente paragonabile a quelle di qualunque altra applicazione social. Il concept di Slowly fa sì che il tempo impiegato a scrivere e ad aspettare la lettera, sia in realtà ben speso.

Ho stretto amicizia con persone provenienti da Bulgaria, Kazakistan, Israele, Svezia e Rep. Ceca. Slowly fornisce davvero un’esperienza incredibile.

 Racconta la tua storia

SLOWLY

Inizia a connetterti col mondo su SLOWLY!